Intervista ad Andrea Michelozzi: 13° Edizione di Lucca 2016 (Social Media Press)

L’edizione 2016 del Forum Digitale Europeo torna in una nuova location.
Il sontuoso REAL COLLEGIO sarà lo scenario di 2 vertici di prestigio (assieme al FED 2016, si svolgerà l’UHD FORUM Conference), con la presenza di oltre 11 paesi ed oltre 36 speakers confermati.

Intervista Andrea Michelozzi_2016-10-05 (Social Media Press)

Chi è Andrea Michelozzi?
Direi che per non annoiare si fa prima a dire che sono un artigiano della comunicazione nel senso che tutto quello che ho imparato in questi ultimi anni lo rendo applicabile a certe norme che secondo me funzionano e che possono essere più interessanti in questo l’attenzione per le persone, il collegamento, la connessione fra vari sistemi. Un modo diverso visto che non sono evidentemente un nativo digitale ma vengo da una esperienza passata della televisione e dei media in generale. Fare l’artigiano della comunicazione significa dedicarsi esclusivamente a dei progetti in maniera diversa e forse questo che rende più interessante ogni progetto.

Di cosa ti occupi?
Nasco come un giornalista, ho fatto radio quando ero molto piccolo, tutte queste cose sono riuscito ad assorbirle come una spugna, forse è stata quella la capacità che mi ha portato fortuna: non smettere di imparare e imparare da tutti a tutti i livelli. E quindi mi occupo di televisione, di media, di comunicazione e adesso ho un nuovo amore che è sbocciato da qualche anno e che mi sta sempre più prendendo che è quello rappresentato dall’Europa perchè Comunicare Digitale ed io in particolare, insieme ad altre persone, mi occupo di comunicazione ed eventi per il Parlamento Europeo che è un’attività estremamente interessante.

Per che Azienda lavori?
Sono Presidente di Comunicare Digitale che ricordiamo è un’Associazione di promozione sociale, è un hub digitale partita in Itala ma poi si è riverberato in Europa. E poi ho il piacere di essere occupato con altre società di primo livello, prima fra tutte HSE24 che è un Canale nazionale che sta al 37 del digitale terrestre e proprio con HSE24 contribuisco con il mio umile lavoro a dare visbilità all’Europa. In particolare a mantenere quei rapporti istituzionali e corporate che una Società nazionale deve mantenere con l’autorità per le relazioni e comunicazioni, con il Mise che è il Ministero per lo Sviluppo Economico, con la DigiShare che è la Divisione per le Autorizzazioni e i Permessi di Trasmissione in Italia, con tutti gli stakeholders come si dice in gergo tecnico, che fanno riferimento a questo. Poi ci sono altre consulenze che io presto come consulente digitale per varie attività, in particolare in Spagna dove ormai regolarmente vivo dal 2006.

A che Target vi rivolgete?
Comunicare Digitale è un’Associazione che è nata nel 2003 quando il digitale ormai faceva capolino in Italia e anche in Europa, quindi la nostra missione è stata quella di comunicare che cosa sarebbe stato il digitale e quale impatto avrebbe avuto verso noi tutti. E’ chiaro che oggi è un pò quasi limitativo e vi dico anche che fra l’altro forse la grande novità è che pur essendo appunto il 2016 ancora molta strada c’è da fare. Ma vi potete immaginare come nel 2003 invece questa esigenza fosse molto più forte perchè Netflix non c’era, Facebook non c’era, Google era appena arrivato e non avevava fatto tutto quello che ha fatto fino ad oggi, quindi il digitale ha sconvolto e ha effettuato una rivoluzione da quel periodo. Quindi la nostra missione è questa: rivolgerci alle imprese, alle università anche alle scuole, ai cittadini per spiegare il digitale quale sia un’opportunità, che come tutte le opportunità evidentemente vanno sapute utilizzare con cautela e competenza, con attenzione perchè altrimenti come con tutte le cose può essere pericoloso.

Parlaci del Progetto che vuoi far conoscere?
Il progetto è la 13° Edizione di Lucca 2016 e sotto questo cappello si racchiudono 2 Eventi che noi realizziamo da ormai tantissimi anni. Era partito questo Forum Europeo sulla Televisione Digitale Terrestre nel 2003 poi fu cambiato il titolo in Forum Europeo Digitale nel 2009 perchè ci accorgemmo che evidentemente che le cose stavano cambiando anche su altre piattaforme. Poi dal 2012 siamo partiti nel non proporre soltanto più un evento il venerdi di giugno a Lucca, ma due eventi anche per offrire maggiori elementi di informazione, di partecipazione a tutto il mondo che noi interfacciamo.

13° FORUM EUROPEO DIGITALE_600

Anche in questa Edizione 2016 ci sono 2 Eventi: il primo è previsto il 9 di Giugno e vedrà la presenza della più importante Associazione mondiale sull’ Ultra Alta Definizione (UHD) che è l’ulteriore avanzamento dell’Alta Definizione che già conosciamo e che ha sede in Stati Uniti e verrà a Lucca con alcuni relatori di grandissimo prestigio, americani ma anche europei per presentare formalmente la prima sua edizione europea dell’UHD FORUM Conference.

La seconda invece è il classico appuntamento del Forum Europeo Digitale che giunge alla 13° Edizione un traguardo molto importante. Tutti gli anni ci siamo dati una regola che era quella di superarci, di alzare l’asticella, credo che onestamente ci siamo sempre riusciti perchè siamo fortemente ambiziosi nel senso di poter offrire degli elementi per i quali chi viene a Lucca per partecipare all’Evento possa avere soddisfazione e possa essere interessato a quello che facciamo. In questa 13° edizione credo che saremo di nuovo sfidanti nelle nostre ambizioni, si parlerà molto di OTT, si parlerà molto di contenuti, di misurazione, di ascolto perchè non cè più l’ascolto Auditel che è solamente una parte di tutto quello che si fa sulle varie piattaforme che includono anche i Tablet e gli Smartphone.
Si parlerà molto di contenuto virale, di social, di UHD, addirittura di Virtual Reality perchè ci sarà Sky con Massimo Bertolotti che verrà a presentare una esclusiva mondiale su come Sky farà entrare gli spettatori all’interno dei programmi come ad esempio X-factor.

Ci sarà molta Istituzione e molta Europa e fra tutto gli ospiti europei di maggiore prestigio cito Silvia Costa che è la Presidente della Commissione Cultura ed Educazione del Parlamento Europeo che sta sopra tutto il bando di Europa Creativa e in particolare Giovanni Buttarelli che è il Presidente e Garante della Protezione dei dati personali dell’Unione Europea che ci verrà a spiegare il nuovo regolamento sulla Privacy.
Ci saranno novità legate alla Nuova Location di Lucca, novità in seno all’interattività, tutti gli anni gli speakers si aggiravano sui 49-50 in alcuni anni siamo arrivati a 56. Quest’anno raggiungeremo quel numero quindi vi potete immaginare cosa significhi gestire tutta questa serie di persone e cose da dire sempre in maniera interattiva con la partecipazione della Platea.

Da sottolineare che Lucca è uno dei pochi Eventi con ingresso gratuito. Questo sembra banale ma ci viene consentito dai membri della nostra Associazione che ci consentono di raccogliere quanto è necessario per l’organizzazione dell’Evento e ovviamente non finiremo mai di ringraziarli. Però è la verità perchè vediamo altri eventi che stanno in particolare in Inghilterra, Londra ma anche a Parigi, in Germania e ovunque, anche molto famosi e non ce n’è uno che non sia a pagamento e quando dico a pagamento si parla di un minimo di 400-450 euro fino addirittura a quote di 1500-2000 euro.

Quali Canali utilizzate Online per promuovervi?
In generale tutti i social ovviamente in maniera diversa, come artigiani del social perchè ognuno ha una sua caratteristica evidentemente, ci sono persone che sono specializzate su un social piuttosto che un altro. Io in particolare mi dedico a Twitter e Linkedin e poi i media partner che stringiamo che sono sempre numerosi, ogni edizione di Lucca ci sono almeno 35 media partners che partecipano ad alto livello a partire da Ansa.

Quest’anno grazie al lavoro di Carla Bressan ci sono numerose partnership internazionali di altissimo livello dalla Germania, dal Portogallo, dalla Spagna, dalla Francia, dall’Inghilterra, dalla Russia per cui siamo molto contenti di aver allargato la nostra azione ovviamente tutte queste persone saranno a Lucca a vedere quello che facciamo. C’è anche da dire che non dobbiamo soltanto noi far bella figura come organizzazione ma è l’Italia, Lucca stessa, il nostro modo di fare italiano che si deve distinguere perchè non ce lo dimentichiamo che siamo ambasciatori del nostro Paese nel nostro saper fare, siccome l’Italia soffre anche per questo, temi sulla credibilità, sul prestigio, su una certa attenzione che ci appartengono, ecco questi anche sono argomenti che Lucca spesso ripercuote.

Quali sono alcuni Case History di successo?
Lucca ha un percorso particolarmente ricco di successi, per le varie sinergie che avvengono a Lucca fra le persone che si incontrano. Hanno un particolare appeal, hanno tempi più allungati, più rilassati per cui possono tranquillamente parlare e discutere senza quella pressione che a Roma e Milano ci sono facendo sempre conto del viaggio. Queste cose a Lucca non accadono, è più facile vedersi, incontrarsi, parlarsi, stringere un accordo e fare le cose in tranquillità. E poi tutte le varie gemme che abbiamo avuto anche dal punto di vista tecnologico, perchè ricordo nel 2006 quando ci fu la straordinaria vittoria dell’Italia ai Campionati del Mondo in Germania ci fu anche il lancio a Lucca del DVB-HS.

Poi a Lucca venne lanciato il 3D e in particolare il Tile Format con Sisvel nel 2010, da noi venne lanciata la prima vera sperimentazione dell’8K da parte dell’NHK che fu in collegamento con noi dal Giappone. Siamo stati i primi a parlare di Ultra Alta Definizione di un certo livello anche con la partecipazione di Fame, di HD Forum Italia e di tutti i Clubs sull’alta definizione. Siamo stati coloro che hanno lanciato la provocazione di una tavola rotonda dal titolo: “The Content is Queen” , c’era anche Antonella di Lazzaro che da poche settimane lavora in rai, devo dire che Lucca porta molta Fortuna alle persone da questo punto di vista, chi abbiamo invitato spesso ha fatto molta strada.

E poi avere ospiti illustri, ricordo sempre Paolo Vasile per due motivi, uno perchè un’amico e l’altra perchè ritengo essere l’intelligenza televisiva fatta persona di una straordinaria lucidità e lo dimostrano anche i dati che dichiarano che Mediaset Spagna in solo tre mesi è riuscita a guadagnare dopo le imposte 50,1 milioni di euro. Tutte queste cose a Lucca sono accadute e quest’anno sono convinto porteremo molta fortuna ad altre persone che vengono e ci divertiremo molto.

Progetti per il futuro?
Interessante ma non posso anticiparvi niente nel senso che a Lucca dirò delle cose precise che riguardano Comunicare e in generale l’organizzazione di Lucca. Io penso che Lucca 2017 sarà non dico un’altra cosa però contiamo a fare altre cose e poi magari cercare di portare avanti l’idea della Scuola Digitale a partire dal prossimo anno. Noi saremmo impegnati già da subito sulla seconda edizione del 4K Summit a Siviglia che si tiene a Novembre, noi siamo stati coorganizzatori con Medina Media lo scorso anno ed è stata una notevole scommessa per entrambi, vinta perchè il livello della qualità di quei lavori è stato bello. Abbiamo cercato di vedere se esiste un’altra Lucca da qualche parte e ovviamente l’abbiamo trovata in maniera molto facile con Siviglia che ha dimensioni diverse da Lucca in una posizione completamente diversa con un paese diverso però è una città anche quella magnifica, quindi si sono ricreate le condizioni perchè certi eventi possano riuscire.

Certo siamo di fronte ad uno scenario di settore abbastanza critico nel senso che gli eventi sono sempre più difficili da creare, da sostenere, da supportare, io adesso mi tolgo il cappello di Lucca e di Siviglia e dico che in generale chi fa degli eventi è quasi un martire perchè è di una difficoltà enorme perchè trovare gli equilibri fra tutte le cose che intervengono in un evento non è affatto semplice e perchè evidentemente gli eventi si fanno in considerazione dei vantaggi che il settore ha. Spero e torno a ribadirlo, non parlo di noi ma in generale, che gli eventi continuino sempre ad esserci e di qualità perchè il settore ne ha bisogno e perderli per strada, come purtroppo sono stati persi, perchè in Italia ne abbiamo persi tantissimi, spero che ci sia sempre la forza di qualcuno che con coraggio, con forza e con il supporto di altri possa portarli avanti. Sono come 13 figli come sono state le edizioni di Lucca perchè tutte sono state partorite con grande dolore nel senso con grande impegno. Però qualcuno ci potrebbe dire ma non ve l’ha chiesto nessuno, potevate fare qualcos’altro, potevate andare in bicicletta sul lago Maggiore nel vecchie vie del Sale che da Stresa andavano in Svizzera.

Certamente potevamo fare dell’altro nel senso che nessuno ci ha obbligato però è anche vero che quando tu hai l’ambizione di non fare qualcosa che sia un markettificio continuo per accontentare chi ti sostiene ma devi mettergli dentro anche qualità, partecipazione, è un gioco molto interessante. Poi per chi ha passione vede quello che sta accadendo per l’Edizione di quest’anno alla fine non c’è mai stata un’edizione che ci abbiam fatto dire non ne è valsa la pena

Vuoi lasciare un messaggio a chi ci ascolta
Venire a Lucca è un bel momento perchè si confronta con belle idee e con persone alle quali noi chiediamo di dare un contributo che sia un contributo oltre quello che sono.
Vedremo anche dei filmati spettacolari, delle idee che corrono, grande energia, io credo che l’Edizione di quest’anno sia dedicata all’energia che tutti noi potremmo dare.
Poi ci sono gli altri aspetti social che vengono organizzati durante il Forum e durante Lucca 2016 che sono altrettanto molto interessanti e molto carini. Io non sono lucchese anche se passo da lucchese perchè ho portato Lucca in tutta Europa grazie a questo evento e ne sono orgoglioso perchè Lucca è stata eletta per essere una città meravigliosa, straordinaria. Quest’anno come tutti gli anni che abbiamo cambiato location abbiamo sempre un pò di timore perchè quando tu usi come è accaduto in passato prima San Romano poi il Palazzo Ducale e adesso vai verso un’altra location hai sempre paura di non soddisfare le attese di chi viene. Quando siamo partiti dall’auditorio di San Romano che è una chiesa sconsacrata bellisima che toglie il fiato ci siamo fatti del male da soli perchè quando parti così a fare di meglio è estremamente complicato. Di li siamo passati al Teatro del Giglio in una edizione, il Teatro di Giacomo Puccini per cui non potevamo sbagliare ma probabilmente non era la Location adeguata per un evento del genere che ha bisogno di circolarità mentre quando siamo passati al Palazzo Ducale di ispirazione francese dove Paolina Bonaparte ha regnato lo stato lucchese di Piombino dove molti famosi sono passati, è stato anche li molto semplice. Adesso andiamo al Real Collegio, so che è una location particolarmente straordinaria, la cena di Gala di invito che avremo se abbiamo le condizioni di tempo di giugno credo che lascerà veramente con il fiato sospeso tutti i nostri invitati.


Carla Bressan/Comunicare Digitale

+39 388 040 3828/ bressan@comunicaredigitale.it
http://www.comunicaredigitale.it – @ComunicareDigit

Informazioni su 20taskforceitaly

2.0 TaskForce Italy - Il primo social network "Made in Italy" dedicato alla diffusione del 2.0 come strategia aziendale in Italia. La nostra mission è quella di creare uno spazio virtuale, condiviso da più professionisti del mondo ICT e della Comunicazione in Azienda e da vari Attori delle dinamiche del Web, una Task Force di Professionisti della Rete per fornire alle Aziende Strumenti WEB 2.0 veramente utili. 2.0TaskForceItaly vuole essere un luogo di incontro e supporto alle DOMANDE e RICHIESTE delle Aziende, open a grandi Corporate e Multinazionali, PMI (non dimenticando l’ importanza che rivestano nel tessuto economico italiano), enti locali, istituzioni, PA e molte altre realtà. L’azienda ha un luogo dove diffondere i propri Media mentre il Professionista trova molteplici opportunità mettendo a disposizione il proprio Known-how.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: